FIT formazione iniziale tirocinio

La nota prot. n. 22832 del 10-05-2018 del Miur fornisce alcune istruzioni operative per la gestione delle procedure concorsuali di cui all'articolo 17 comma 2 lettera b del D.Lvo 59/2017 ( Concorso FIT).

Con l'occasione viene trasmessa con nota prot. n. 7850 dell'8.5.u.s. una integrazione ai programmi d'esame di cui all'Allegato A del D.M 95/2016 (programmi del concorso 2016) per la classe di concorso A066 ( trattamento testi).

La nota chiarisce inoltre alcune questioni che avevamo sollevato nel corso degli incontri di informativa sulle procedure del concorso FIT ( GRME significa Graduatoria Regionale di merito ad Esaurimento )

In particolare :
- nel caso di aspiranti che abbiano prodotto domanda di partecipazione per una sola classe di concorso ricompresa in ambiti verticali le relative tracce della prova orale potranno essere estratte da urne contenenti le solo tracce di classe di concorso specifica.
- si segnala che il prossimo CCNI su utilizzi e assegnazioni provvisorie terrà conto della necessità di garantire la disponibilità dei posti per il terzo anno FIT
- il depennamento da tutte le graduatorie dell'aspirante non di ruolo utilmente inserito nelle GRME sarà conseguente alla accettazione della nomina a T.D. corrispondente al terzo anno FIT.
- la mancata accettazione della nomina comporta la cancellazione dalla solo graduatoria di merito di classe di concorso e non dalle altre GMRE in cui l'aspirante risulta iscritto.
- il personale già di ruolo qualora accetti la nomina di supplenza del terzo anno FIT per classe di concorso diversa rispetto a quella di titolarità può usufruire dell'articolo 36 del CCNL 2007.
- il personale già di ruolo qualora accetti la nomina di supplenza del terzo anno FIT per la stessa classe di concorso/tipo di posto decade dal precedente ruolo
- il personale già destinatario di nomina in ruolo da GAe o GM con decorrenza 1° settembre 2018 su una provincia può accettare la nomina a T.D. sul terzo anno FIT in diversa provincia nel rispetto di un termine che sarà fissato dal miur in occasione delle disposizioni sulle prossime assunzioni.

In allegato inoltre la nota prot. n. 22134 dell'8-05-2018 di chiarimento sui criteri seguiti per l'aggregazione territoriale delle procedure concorsuali in presenza di esiguo numero di domande.

Allegati.

Immatricolazione per acquisizione 24CFU.

Scadenza 16/02/2018 ore 13.00.

Leggi.

Riapertura termini domande riconoscimento CFU.

Nuova scadenza 17/01/2018 ore 13.00.

Leggi.

Mercoledì 10 Gennaio, ore 14, Aula Magna (Ex facoltà di Lettere), il Comitato ordinatore, responsabile della gestione e organizzazione del PeF24 - Percorso Formativo finalizzato all’acquisizione dei 24 CFU validi ai sensi del DM 616/17 - incontra studenti, studentesse, e laureati/e per informazioni e chiarimenti circa modalità, contenuti e procedure di tale percorso.

Quelli che hanno urgenza di vedersi certificati i crediti perché devono iscriversi al corso per il conseguimento dei crediti per il FIT in altre Università e hanno studiato a Chieti, possono inviare una mail all’indirizzo corsi.postlauream@unich.it

Alla mail, in cui si dichiarerà in quale Università si deve frequentare , si deve allegare:

- Documento di identità fronte retro
- Certificato con elenco di esami svolti

Per quelli che invece, vogliono frequentare il corso per il conseguimento dei crediti per il FIT all' Università D’Annunzio, devono pazientare perché hanno formato una commissione che “peserà” tutte le lauree.

Informazioni sul sito dell’Università.

Il D.L. n. 59 del 13 Aprile 2017 nonché il DM 616 del 10 Agosto 2017 prevedono che per l’accesso ad un Concorso Pubblico nazionale per Docenti Scuola Secondaria di primo e Secondo grado, occorrerà anche la “certificazione” del possesso di almeno di “24 CFU/CFA acquisiti nelle discipline antropo-psico-pedagogiche e nelle metodologie e tecnologie didattiche.

Leggi.



Decreto n. 616/2017.

Allegato A e B

Il decreto legislativo n. 59/2017, attuativo della legge n. 107/2015, introduce un nuovo sistema di formazione e reclutamento dei docenti della scuola secondaria di I e II grado.

Il sistema si articola in tre fasi: laurea, concorso e percorso di formazione iniziale, tirocinio e inserimento nella funzione docente (FIT), dopo il quale si accede al ruolo.

Quindi:

• I neo-laureati potranno partecipare ai concorsi, che saranno banditi con cadenza biennale, purché abbiano superato alcuni esami, per 24 crediti in totale, di pedagogia e didattica.

• I vincitori dei concorsi saranno avviati ad un percorso triennale di formazione, tirocinio e inserimento nella funzione docente “(percorso fit)”.

- Gli stessi saranno pagati già a partire dal primo anno, nel quale studieranno per fare gli insegnanti, seguendo un percorso di specializzazione universitario che li formerà sulle materie antropo-psico-pedagogiche e sulle metodologie didattiche.
- Il secondo anno continueranno a formarsi, faranno tirocini nelle scuole e cominceranno a svolgere la professione, per brevi periodi, da supplenti, percependo il relativo stipendio in aggiunta alla “borsa”
- Il terzo anno sarà affidata loro la responsabilità piena di una classe, dal primo settembre al 31 agosto, e avranno lo stipendio pieno di un docente. In questo anno saranno anche valutati sul campo. Superata la valutazione, diverranno docenti di ruolo.

• Il decreto prevede anche una fase transitoria, per dare una risposta alle aspettative di chi ha già acquisito una abilitazione all’insegnamento o ha lavorato per tanti anni nelle scuole. Per alcuni anni, parte dei posti disponibili saranno riservati a queste categorie, ferma restando la loro valutazione sul campo per un periodo di almeno un anno prima dell’immissione in ruolo.

Decreto n.59/2017

Resta informato con la nostra newsletter!